Blockchain e Internet in che differiscono?

L’innovazione della blockchain è quella di sviluppare e mantenere record distribuiti nel tempo

In quasi tutte le conversazioni, spesso viene fatto almeno un confronto tra Blockchain e l’ecosistema attuale Internet.

Tutti sappiamo come Internet ha impiegato più di 20 anni per sviluppare casi d’uso con un reale valore commerciale; quante aziende sono nate durante il boom di dot.com per svanire in pochissimo tempo; e come le startup più innovative sono sopravvissute fino ad oggi diventando grandi “amministratori” e centralizzatori delle nostre informazioni. Allo stesso modo, ci rendiamo conto di considerare la blockchain come un ecosistema innovativo con un grande valore commerciale, piuttosto che un semplice strumento per supportare uno scambio o una transazione.

Quindi quali sono le principali differenze tra una blockchain e Internet?

Se bene la tecnologia blockchain e Internet si basano su protocolli di comunicazione, il tipo di protocollo differisce.

Internet ci consente di connetterci con chiunque abbia la nostra scelta per condividere informazioni. In questo senso, le uniche persone che hanno bisogno di vedere queste informazioni sono le due parti coinvolte in questo scambio e, inoltre, c’è solo un modo – o protocollo – per far scorrere le informazioni tra loro.

Sulla blockchain, abbiamo anche la possibilità di connetterci con chiunque per condividere informazioni o condurre una transazione in modo sicuro. Tuttavia, tutti gli attori dell’ecosistema saranno in grado di osservare questo scambio. Se le nostre transazioni non fossero state validate pubblicamente, i protocolli di scambio sulla blockchain sarebbero privi di significato.

Inoltre, su Internet non importa chi altro è in rete. È totalmente indifferente, purché ciascuna delle parti sia in grado di comunicare con un’altra.

In secondo luogo, il modo in cui la blockchain e Internet sono stati rivelati o esternalizzati nel nostro ambiente economico e sociale è molto diverso.

Internet era un progetto sviluppato da accademici. Il primo messaggio Internet è stato inviato tra l’UCLA e i laboratori di ricerca di Stanford. Dopo questo uso accademico, Internet ha raggiunto il mondo pubblico e aziendale.

Al contrario, la blockchain è nata con Bitcoin, un progetto open source tra i sostenitori libertari. Satoshi Nakamoto e Hal Finney – un programmatore di cyberpunk e sviluppatore di PGP Corporation – hanno fatto la prima transazione con una funzione davvero unica, era anonima. Dopo questo evento, Bitcoin e la blockchain si sono gradualmente diffusi nell’ambiente aziendale.

In terzo luogo, l’ambiente sociale di questi progetti differisce enormemente a causa delle loro origini e dei tempi in cui entrambi sono nati.

Durante l’era di Internet, il concetto di personal computer non si era neppure sviluppato, tanto meno l’idea di connettersi con altre persone in tutto il paese o nel mondo. Con questo, le aziende emerse durante questo periodo si sono concentrate principalmente sulle proprie reti e società, il che ha portato alla necessità di sviluppare progetti intranet – un concetto analogo alle blockchain private.

Con la blockchain, possiamo osservare gli stessi schemi, ma su una scala molto più ampia. In questa era di connettività e social media, le informazioni si diffondono molto più velocemente. La maggior parte dei progetti in questo ecosistema si rivolge al grande pubblico, piuttosto che alle società o alle società.

Tuttavia, questi progetti si materializzano anche molto meno frequentemente. Attualmente, molte imprese sono costituite da un eccellente team di lavoro – in particolare il marketing -, materializzano un ICO e dirigono tutti i loro sforzi per mitigare i rischi e premiare questo investimento.

In termini di applicazioni, è facile vedere che lo scopo di Internet differisce notevolmente dalla blockchain, nonostante condividano alcuni parallelismi quando si tratta di come si sviluppano i loro casi d’uso e l’ecosistema. Internet si concentra molto di più sullo scambio di informazioni, mentre la blockchain si concentra sul valore di questo scambio o transazione.

Quando pensiamo a un caso d’uso di blockchain, chiediamoci se stiamo sfruttando uno scambio di valori, in particolare su ciò che non può (o dovrebbe) essere regolato da una singola entità o autorità.

L’innovazione della blockchain non è stata quella di consentire uno scambio di informazioni in modo distribuito, ma di sviluppare e mantenere record distribuiti nel tempo sulla base di uno scambio decentralizzato di valore.